• 2c

22 Febbraio 2017

La percezione del pubblico verso la nutrigenetica e la nutrizione personalizzata

Written by DF Medica’s Scientific Advisory Board

La percezione del pubblico verso la nutrigenetica e la nutrizione personalizzata

Vari studi condotti negli ultimi anni hanno indagato la percezione del pubblico rispetto alla nutrizione personalizzata e ai test nutrigenetici, rivelando che tale approccio è stato percepito in termini positivi: il 66% degli intervistati ha dichiarato di essere favorevole a sottoporsi a test genetici in una survey che ha coinvolto 6 paesi europei. In altri paesi come Russia e Canada la propensione del pubblico intervistato è stato ancora maggiore, con oltre l’80% degli intervistati dichiaratisi favorevoli a intraprendere un programma di nutrigenetica.

Inoltre, è stata rilevata una propensione positiva verso i piani nutrizionali personalizzati mirati soprattutto al mantenimento della salute e alla prevenzione delle malattie croniche, in particolare per quanto riguarda diabete e patologie cardiovascolari. L'approccio personalizzato alla nutrizione è stato percepito come utile per aumentare la propria motivazione ad apportare dei cambiamenti salutari allo stile di vita.

Un elemento che accomuna alcuni degli studi è stato individuato nella raccomandazione del medico o dello specialista, quale un fattore che influenza in positivo la scelta individuale di sottoporsi a un programma nutrigenetico. Questa considerazione è importante, in quanto inquadra il ruolo del professionista come centrale sia nella fase propositiva, che nelle fasi di interpretazione e di follow-up, suggerendo che il pubblico nutre fiducia negli specialisti per quanto riguarda il tema della prevenzione e degli approcci innovativi nella cura della persona.

Un altro risultato interessante è la famigliarità rispetto a determinate patologie, in quanto negli studi ha rappresentato un elemento cruciale nella propensione di alcuni intervistati per un progetto di nutrigenetica. Una percentuale significativa degli intervistati dichiaratisi favorevolmente disposti verso un percorso di nutrizione personalizzata, infatti, aveva alle spalle una storia clinica di alti livelli di colesterolo, grasso viscerale, oppure ha un famigliare affetto da una patologia genetica o da una patologia cardiovascolare.

Alcuni intervistati hanno dichiarato di ritenersi più propensi a seguire in maniera più assidua un piano nutrizionale personalizzato rispetto a un piano elaborato su linee guida generiche. Uno studio parte del progetto europeo Food4Me, ha fornito dei risultati interessanti sul piano empirico: rispetto al gruppo che ha seguito una dieta standard, i soggetti sottoposti al trattamento personalizzato, laddove richiesto, hanno in media consumato meno carne rossa e meno sale e sono riusciti a ridurre più efficacemente l’apporto calorico.

Gli insight forniti da queste ricerche ci fanno riflettere sul rapporto degli individui con la salute: gli individui sembrano essere sensibili al tema della prevenzione attraverso l’alimentazione e lo stile di vita e a mantenere una buona salute nel tempo. Un pubblico, quindi, per il quale la longevità e la qualità della vita sono diventati valori molto importanti rispetto al passato e per il quale le soluzioni su misura possono fare la differenza.

 

 

About the Author

DF Medica’s Scientific Advisory Board

Includes academic figures recognized at international level and ensures the upmost scientific rigor in the research and development of our services.

 
dfmedicalogo50

Df Medica Oone Srl • Via Pasubio 22, 24025 Gazzaniga • Bergamo• Italy• VAT n.IT02773630161
Tel. +39 035 7177011• Fax +39 035 72 0881

Press enter to search